Armare s.r.l.
via Meucci, 3 - Z. I. Aussa Corno
33058 San Giorgio di Nogaro (Udine) - ITALY

Giorno 60: il punto sulla Vendée Globe

Sessantesimo giorno di regata, 6 barche su 13 hanno già doppiato Capo Horn e stanno risalendo l’atlantico, in questi due giorni altre 4 riusciranno a passare il mitico capo mentre per le ultime tre, compreso il nostro Alessandro Di Benedetto che è ancora in pieno Oceano Pacifico, la strada è ancora un pò lunga. Ma andiamo per ordine.

In testa, continua la lotta serrata tra Francois Gabart su Macif e Armel Le Cleac su Banque Populaire, attualmente distaccato di circa 90 Nm dal leader. I due proseguono pressoché con rotte parallele, mentre più a sud a circa 450 Nm Jean Pierre Dick naviga in terza posizione. Quest’ultimo ha dovuto affrontare un grave inconveniente per la rottura dello stroppo tessile dello strallo di prua, avvenuto di notte durante un’andatura di bolina con circa 30 Kts di vento; lo skipper è comunque riuscito a poggiare e scaricare pressione evitando danni ben maggiori, intervenendo poi per la sostituzione dello stroppo.

Alex Thomson, in quarta posizione, dopo aver convissuto per quasi metà regata con i problemi elettrici, dopo aver affrontato la riparazione dei timoni, è ancora determinato e ha scelto una rotta completamente diversa rispetto agli altri, restando molto più ad Ovest nella risalita dell’Atlantico. Allo stato attuale delle cose sembra che Thomson l’abbia vista giusta e questa sua scelta radicale potrebbe anche portarlo a soffiare il terzo posto a J. P. Dick nei prossimi giorni.

Più indietro, il resto della flotta prosegue con alterne vicende, affrontando problemi di varia natura tecnica, oltre che il meteo che nella zona di Capo Horn è decisamente peggiorato rispetto a quello che hanno trovato i primi.

Un discorso a parte merita Bernard Stamm, ancora in gara ma in odor di squalifica per la vicenda dell’assistenza ricevuta per risolvere il problema agli idrogeneratori. Alcuni giorni fa ha urtato un oggetto non identificato, procurandosi ulteriori danni, e adesso in crisi di energia pare stia organizzando un rifornimento in mare al largo di Capo Horn; pare evidente che questa ulteriore eventualità determinerebbe senza ulteriori dubbi la squalifica dalla gara.